LIMONA – Il Principio di funzionamento

Il sistema di filtraggio “Limona funziona grazie a delle micro sfere di ceramica CWSR che durante il processo di produzione vengono rese cariche “elettricamente“ e dotate di una superficie irregolare, combinazione che determinano la cristallizzazione del calcare.

Nell’acqua in entrata sono naturalmente presenti gruppi di bicarbonati di calcio e magnesio che venendo in contatto con le micro sfere cariche elettricamente innescano la reazione. Le micro sfere intervengono sul bicarbonato di calcio (responsabile del calcare) togliendolo dalla soluzione e creando degli aggregati di CaCo3 che si legano alle micro sfere formano dei cristalli. Una volta cresciuti di volume questi cristalli si dissociano dalle sfere senza modificare il loro stato per poi essere trasportati dal flusso. Il CaCo3 formatosi è dunque stabile, non si dissolve più nell’acqua e viene fermato da un secondo filtro posto a valle. L’acqua in uscita risulta così priva delle specie chimiche responsabili della formazione del calcare, ma comunque ricca di tutte le sue componenti minerali che ne caratterizzano la qualità ed il sapore, senza la necessità di nessuna re-mineralizzazione. In questo senso è importante specificare che il Limona non trattiene il magnesio (trattenuto invece dai classici sistemi di filtrazione) componente fondamentale del sapore dell’acqua e di conseguenza anche di tutte le bevande che con essa vengono preparate.

E’ altresì importante sottolineare che il CWSR non altera il Ph naturale dell’acqua, ma lo mantiene tale. Inoltre, la Co2 generata durante il processo e presente nel flusso d’acqua in uscita contribuisce attivamente a sciogliere incrostazioni di calcare preesistenti.

In sintesi, l’acqua generata è priva di potenziale calcareo, ma ricca di tutte le caratteristiche chimiche e minerali che garantiscono bevande più gustose e qualitativamente migliori.